Crea sito

L’inascoltato grido di allarme di Abdelwahab Meddeb

L'inascoltato grido di allarme di Abdelwahab MeddebAbdelwahab Meddeb è stato un importante islamologo, tunisino di nascita e francese di adozione. Scomparso nel 2014, è stato un intellettuale che si è speso in prima persona per combattere gli estremisti islamici. In ogni dibattito, conferenza e libro non ha mai mancato di sottolineare come l’Islam sia caduto nella trappola della violenza. Adesso, secondo l’islamologo tunisino, è venuto il momento di uscire da questo vicolo cieco e incanalare tutta l’energia alla ricerca di uno spazio dell’Islam nella modernità.

Meddeb è molto diretto. Uscire dalla maledizione è un percorso in quattro tappe (separazione, jihad, donne, straniero) per aiutare gli intellettuali musulmani e i religiosi a riaprire il percorso della ricerca. L’autore parla chiaro: il Corano è un testo sacro che deve essere interpretato e contestualizzato. Esso non può e non deve essere preso alla lettera perché vi sono scritte norme superate.

Interessante la riflessione di Meddeb sull’Egitto quale forza trainante di tutto il mondo arabo. Se la terra dei Faraoni fallisce, per il mondo arabo sarà sempre più difficile uscire dallo spiraglio di odio in cui si trova. In effetti dopo le primavere arabe, l’Egitto è caduto in un vortice di integralismo prima e feroce repressione dopo. E il Medio Oriente è entrato nel caos.

Il libro è ricco di riflessioni, approfondimenti e rimandi ad autori musulmani che sfidano i precetti religiosi islamici reinterpretando il Corano e gli hadit del Profeta facendone rinascere l’esegesi. Mi preme quindi sottolineare che non è vero che all’interno dell’Islam non c’è dibattito. Tutt’altro. C’è fermento, ricerca, speculazione filosofica. Solo che tutto ciò viene fatto con gran fatica e con il rischio di essere perseguitati. Pertanto è fondamentale sostenere questo dibattito non liquidando l’Islam a religione chiusa e retrograda.

Meddeb ripropone le tristi parole di Taha Husayn, un intellettuale egiziano che poco prima di morire dice: “Vi lascio con molto dispiacere e poche speranze”. Non è una frase ottimista ma Meddeb vuole svegliare le coscienze e far capire a tutti i musulmani che non possono continuare a fare finta di niente. I violenti, i terroristi, gli oltranzisti devono essere messi ai margini, altrimenti il buio in cui l’Islam è caduto non avrà fine.

Abdelwahab Meddeb, Uscire dalla maledizione
Cantagalli, 2011
pp. 269, euro 22

Romina Anardo

Author: Romina Anardo

Giornalista, esperta di politica internazionale e di Medio Oriente.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On Google Plus