Imparare l’inglese con i giochi didattici e i libri di Erickson

Stampa
La mia bambina frequenta il secondo anno della scuola primaria e in classe sta iniziando ad avvicinarsi all’apprendimento della lingua inglese: i colori, i numeri, i componenti della famiglia, i giorni della settimana.

Imparare giocando

Ogni volta, attraverso il gioco, cerchiamo di rendere meno noioso il ripasso dei vocaboli e il consolidamento delle prime strutture sintattiche in inglese.

Abbiamo creato un rudimentale memory in cartoncino colorato per divertirci ad associare il vocabolo in inglese al corrispettivo in italiano. Abbiamo ascoltato canzoncine e filastrocche. Abbiamo organizzato semplici attività ludiche dentro e fuori casa (a proposito, in rete trovate tantissimi spunti sul tema… “Witch calls color”, la versione inglese di “Strega comanda colore”, è stata la nostra preferita quando dovevamo imparare i colori). Ma ovviamente siamo sempre in cerca di nuove idee.

È stata la mia bambina, quindi, a darmi indirettamente lo spunto per iniziare a fare un po’ di ricerca sul tema e a scrivere questa recensione. Nelle prossime righe troverete l’indicazione di alcuni giochi didattici e di un libro pubblicati dalla casa editrice Erickson, che ha in catalogo un’ampia offerta di titoli legati all’apprendimento delle lingue straniere.

Tutte le proposte qui selezionate sono adatte alla scuola primaria e sono ideali per quegli insegnanti e genitori che, come me, vogliono rendere l’apprendimento dell’inglese meno mnemonico e più divertente, interattivo, coinvolgente.

La valigetta di inglese della Maestra Larissa

La valigetta di inglese della maestra LarissaLara Carnovali, alias “la maestra Larissa”, è un’insegnante di scuola primaria che dal 2009 vive a Portland, in Oregon, dove si occupa della direzione di una organizzazione no profit per l’insegnamento della lingua italiana ad adulti e bambini principalmente anglofoni.

Di esperienza in materia, negli anni, Carnovali ne ha maturata parecchia e grazie al suo blog e alla sua pagina Facebook la maestra Larissa è diventata un punto di riferimento per molti insegnanti. Per lei, e non è la sola a pensarla così, ci sono due modi per apprendere più facilmente un nuovo linguaggio. Il primo è dato dalla necessità, dalla costrizione:

«Spesso è sufficiente che un bambino che non ha mai parlato inglese passi pochi mesi in un Paese anglofono, frequentando la normale scuola di quartiere, perché torni a casa padroneggiando la lingua in maniera sicura ed efficiente».

Il secondo? È il gioco, che a differenza della prima situazione non riproducibile nelle classi rappresenta uno strumento di eccellenza per acquisire, consolidare, verificare, mettere in pratica quanto appreso durante i momenti di lezione più strutturati e migliorare le proprie competenze in una lingua seconda (L2).

La Valigetta di inglese della Maestra Larissa contiene 2 tabelloni con dado e pedine, 550 carte suddivise in 10 mazzi e un’interessante Guida alle attività in cui Lara  Carnovali analizza l’importanza dell’apprendere giocando e presenta i diversi giochi che si possono proporre con i materiali contenuti.

Per ogni gioco sono sempre indicati gli obiettivi didattici, il numero di giocatori, i materiali da utilizzare e sono proposte più attività. Le carte sono talmente tante che gli insegnanti possono non solo proporre numerosi giochi con diversi livelli di difficoltà, per un approccio graduale alla lingua inglese a seconda delle classi in cui viene svolto,  ma anche predisporre contemporaneamente più gruppi di lavoro e differenziare la propria didattica in base alle effettive necessità dei partecipanti, in un’ottica di didattica inclusiva.

Senza dimenticare che le attività proposte dalla Maestra Larissa possono anche essere svolte in autonomia grazie al sistema di autocorrezione.

 Astuccio delle regole di Inglese

Astuccio delle regole di IngleseEd eccoci qui a un libro vero e proprio, l’Astuccio delle regole di Inglese. Come un astuccio, dove tutto ciò che serve è a portata di mano, il volume raccoglie le principali regole di inglese utilizzate nella scuola primaria.
Gli argomenti sono presentati seguendo il progressivo ordine di difficoltà della materia così come viene affrontata dalla prima alla quinta classe e sono suddivisi in sezioni tematiche contraddistinte per colore: fonologia e ortografia, morfologia, sintassi, lessico e frasi utili.

Le pagine sono organizzate in modo da facilitare la lettura, la consultazione e la comprensione del testo anche per gli alunni con maggiore difficoltà. Come? Grazie all’ausilio di flashcard delle regole, di un lessico facilitato, di elementi grafici e di immagini significative che forniscono ai bambini un “gancio visivo” per comprendere e memorizzare al meglio gli argomenti trattati (titoli, schemi, tabelle riassuntive, vignette).

Utilizzando il codice di attivazione presente sul libro o i QR-Code nelle singole sezioni si può accedere da PC, da smartphone o da tablet ai contenuti audio collegati alle schede. Uno strumento utile a casa come a scuola.

GiocaQuattro Inglese

GiocaQuattro GiocaQuattro è una collana di giochi da tavolo ideati da Flavio Fogarolo, formatore esperto in didattica inclusiva.
L’obiettivo è aiutare i bambini delle classi seconde e terze della scuola primaria a familiarizzare divertendosi con le prime parole in inglese. La scelta può essere fatta tra due versioni: una dedicata a “nomi e aggettivi”, l’altra a “nomi e verbi”.

Curiosi di sapere come funziona? In ogni scatola sono contenute 48 tessere quadrate che rappresentano immagini o testo. Lo scopo del gioco è collegare le tessere tra loro, come in un domino, associandole in base a due criteri che variano a seconda della versione di GiocaQuattro con cui ci si cimenta. Può trattarsi dello stesso nome o dello stesso aggettivo, come in GiocaQuattro Inglese nomi e aggettivi, oppure dello stesso nome o dello stesso verbo, come in GiocaQuattro Inglese nomi e verbi.

Facciamo un esempio.

Una tessera con disegno o testo che indica un gatto che mangia, The cat eats, ad esempio, si collega con un’altra che rappresenta o descrive lo stesso soggetto (cat), oppure un soggetto differente che compie la stessa azione (eats).

GiocaQuattro 2

Se il collegamento è stato effettuato in modo corretto, come nel nostro caso, il rinforzo è immediato: i bordi delle tessere sono dello stesso colore e anche le sequenze dei quadratini corrispondono.

Entrambe le versioni di GiocaQuattro sono accompagnate da un agile libretto di istruzioni che contiene diverse opzioni di gioco e suggerimenti didattici utili per far prendere confidenza ai bambini con le tessere prima di iniziare a giocare “seriamente”.

Lara Carnovali
La valigetta di inglese della Maestra Larissa
Erickson, 2020
28.50 euro 

Francesca Panzica e Luciana Favaro
Astuccio delle regole di Inglese
Erickson, 2020
pp. 208, 15.90 euro

Flavio Fogarolo
GiocaQuattro Inglese nomi e verbi
Erickson, 2017
15 euro

Flavio Fogarolo
GiocaQuattro Inglese nomi e aggettivi
Erickson, 2017
15 euro

Pubblicato da Marika Frontino

Giornalista, è stata capo redattrice della rivista ".eco, l'educazione sostenibile". È laureata in Scienze della comunicazione e specializzata in Comunicazione multimediale e di massa.

Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Instagram