Crea sito

Il Signore della paura: tre cavalieri e Tamerlano

Il Signore della paura: tre cavalieri e Tamerlano Avventura, filosofia, religione, storia, battaglie…Sono questi gli elementi che ritroverete ne Il signore della paura.

Il romanzo è ambientato agli inizi del Quattrocento, l’Umanesimo si sta diffondendo velocemente. Le vicende di tre cavalieri si intrecciano durante il loro lungo viaggio verso le terre d’Oriente, verso la città di Samarcanda, dimora del signore della paura, che altri non è che il grande guerriero Tamerlano.

Franco Cardini, uno dei più importanti storici italiani, ha scritto un romanzo di grande fascino. Ovviamente Il signore della paura è denso di storia, ma non quella che ci viene insegnata a scuola attraverso nomi e date. No, è quella storia che ci riporta indietro nel tempo, che ci fa rivivere l’incanto dell’avventura attraverso terre poco conosciute e nuove scoperte. La storia dell’uomo che si interroga sull’anima, sull’esistenza, sulla natura. Essendo uno storico esperto, ovviamente, l’autore ci fa addentrare in quel mondo con dettagli e descrizioni molto precisi.

Ma non c’è solo la storia e la filosofia nel libro. Non mancano infatti le sanguinose battaglie, le gesta di un grande guerriero come Tamerlano, i bassi sentimenti dell’uomo come quello della vendetta.

Il signore della paura mi ricorda molto un altro libro: Il libro di Zaffiro, anche se quest’ultimo era incentrato su un mistero da risolvere. Ma la costruzione è simile. Sempre tre personaggi le cui storie si intrecciano durante un lungo viaggio alla scoperta di un enigma che però è anche il mistero del senso profondo della vita.

Consiglio questo libro a tutti gli appassionati di storia e filosofia medievale ma anche per gli amanti delle avventure in terre d’Oriente.

Franco Cardini, Il signore della paura
Giunti, 2017
pp. 462, euro 10

Romina Anardo

Author: Romina Anardo

Giornalista, esperta di politica internazionale e di Medio Oriente.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On Google Plus